IT ES EN FR PT    Login

Micro-progetti approvati nella sessione di dicembre

Italia - 23  dicembre  2016


Durante la sessione di valutazione che si è tenuta il 16 dicembre scorso sono state approvate dalla Fondazione, nell’ambito del programma di micro-progetti, le seguenti richieste di finanziamento:

 

Orti scolastici nella scuola “Santa Rosa Villa Belen”, nel dipartimento di La Paz, in Bolivia. Le comunità di “campesinos” della zona vivono di agricoltura e di pastorizia, ma si tratta di una zona economicamente depressa, con condizioni di vita dure. Anche l’alimentazione è povera e poco varia. L’obiettivo del progetto è avviare la produzione di ortaggi per la comunità locale, a partire dai più giovani.

Il progetto si svilupperà sul terreno della scuola – circa tre ettari – con la consulenza di un agronomo e la collaborazione dei genitori. I ragazzi impareranno a coltivare l’orto; i prodotti serviranno ad integrare e variare la loro dieta e l’eccedenza sarà venduta nei mercati locali generando un piccolo reddito. Il progetto gode dell’appoggio delle autorità e del parroco locali.

 

Scuola di formazione a Las Margaritas, in Messico (Chiapas). Dopo la scuola secondaria, la Missione marista di Guadalupe, in collaborazione con NEAPI (Nueva Educación Autónoma de los Pueblos Indígenas), offre ai giovani dei villaggi attorno a Las Margaritas l’opportunità di una formazione ulteriore in agronomia. Questa formazione intende fornire ai giovani il mezzo per guadagnarsi da vivere, in coerenza con la cultura indigena e nel rispetto dell’ambiente.

Fino ad oggi, questo tipo di formazione è stato offerto a due gruppi di giovani; con il contributo di FMSI un altro gruppo di 15 ragazzi potrà accedere ai corsi nel 2017.

 

Costruzione di nuovi locali nella Scuola marista “Immacolata Concezione” di Antsirabe, in Madagascar. Si tratta di sviluppare un altro piano sul tetto dell’asilo per ospitare la cucina, la sala da pranzo e l’ufficio dei Fratelli Maristi che gestiscono la scuola e che lì abitano in comunità. Attualmente, in mancanza di uno spazio adeguato, i religiosi stanno utilizzando delle aule.

Quando il progetto sarà completo, le aule torneranno alla loro destinazione originaria, e la scuola Immacolata Concezione potrà accogliere 80 bambini in più.