IT ES EN FR PT    Login

FMSI presente ai lavori del Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani

Svizzera - 9  aprile  2017


FMSI ha assistito ad alcune sessioni di lavoro del Consiglio per i Diritti Umani, riunito a Ginevra (Svizzera) dal 27 febbraio al 24 marzo, per sentire le sue conclusioni su tematiche relative ai diritti dell’infanzia.

 

La discussione sui diritti dell’infanzia il 6 marzo ha riguardato rapporti dei Relatori speciali sulla vendita di bambini, la violenza contro i bambini, i minori coinvolti nei conflitti armati. I 47 stati membri del Consiglio e gli osservatori hanno riflettuto sul miglioramento dei diritti dell’infanzia come obiettivo dell’Agenda 2030, sottolineando l’importanza dell’uguaglianza di trattamento per tutti i minori.

 

I partecipanti hanno trattato anche i diritti delle donne e gli esiti della Revisione Periodica Universale di 11 paesi, inclusi Venezuela, Siria, Zimbawe.

 

Tra gli altri argomenti affrontati la discriminazione razziale, i diritti delle persone con disabilità, l’accesso alle cure mediche, la mortalità materna, il cambiamento climatico, i diritti umani in Siria e la pena di morte. Il 17 marzo, durante il dibattito sul profilo razziale e l’incitazione all’odio, sono stati analizzati i rapporti della polizia e dei funzionari dell’immigrazione rivolti alle persone secondo etnia, religione o razza.

Il Consiglio per i Diritti Umani ha dichiarato che i controlli di identità della polizia motivati da caratteristiche fisiche o etniche sono contrari ai diritti umani e al principio di uguaglianza e di non discriminazione.

 

Il 16 e 17 marzo sono stati approvati i rapporti finali dell’Esame Periodico Universale dei paesi sotto esame nell’ultima sessione: Togo, Siria, Venezuela, Islanda, Zimbawe, Lituania, Uganda, Timor-Leste, Moldavia, Haiti, Sud Sudan.

 

Per maggiori informazioni sui temi affrontati dal Consiglio per i Diritti Umani e i relativi documenti, consultare il sito delle Nazioni Unite: www.ohchr.org