FMSI | Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale - ONLUS Official website of the Marist International Solidarity Foundation - ONLUS http://www.fmsi-onlus.org Uno sguardo alla situazione in Venezuela http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64125 http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64125 7  settembre  2017<p>Per il MMI-LAC &egrave; fondamentale ed urgente che nella Repubblica bolivariana del Venezuela vengano garantite e siano priorit&agrave; assoluta azioni dello Stato e della societ&agrave; civile in cui prevalga l&rsquo;interesse dell'infanzia.</p> <p>L'MMI-LAC esprime profonda preoccupazione per gli eventi che si sono verificati in diversi luoghi del Venezuela negli ultimi mesi, che in alcuni casi hanno influenzato l'integrit&agrave; fisica ed emotiva dei bambini e degli adolescenti. I diritti dei bambini e degli adolescenti devono essere garantiti in ogni momento e in tutti i luoghi.</p> <p>A partire da agosto, il Ministero pubblico venezuelano, nel suo bilancio delle vittime decedute e ferite, ha registrato 13 adolescenti deceduti. Sono anche riportati casi di bambini e adolescenti infortunati, nonch&eacute; centri di salute e istruzione che sono stati evacuati a causa di gas o fumi. L&rsquo;MMI-LAC esprime totale solidariet&agrave; alle famiglie di ogni persona infortunata e in particolare ad ogni adolescente che ha perso la vita in questi eventi e ribadisce l&rsquo;importanza di garantire loro la protezione in qualsiasi contesto e in tutti i settori, tra cui centri sanitari, scuole e altri luoghi d&rsquo;incontro.</p> <p>I dati sulla morte infantile e materna riportati dal Ministero del Poder Popular per la Salute in Venezuela, sono una chiara evidenza dell'impatto della prolungata crisi sulle donne e sui bambini del Paese. I dati indicano che sono il 30% in pi&ugrave; rispetto al 2015 i bambini e le bambine morti prima del loro primo compleanno e sono il 64% le donne morte durante la gravidanza o entro i 42 giorni dal parto nel 2016 rispetto al 2015.</p> <p>Pi&ugrave; di 240.000 persone sono state colpite dalla malaria nel 2016, 76% in pi&ugrave; rispetto al 2015. Anche casi di diarrea, tosse, polmonite, HIV e morbillo - tutti potenzialmente fatali per l'infanzia - mostrano anche un notevole aumento. La pubblicazione dei dati da parte del Ministero del Poder Popular per la Salute &egrave; un passo fondamentale per affrontare le sfide sanitarie in Venezuela.</p> <p>L'MMI-LAC ritiene fondamentale assicurare il rispetto dei diritti umani nelle azioni dello Stato durante il controllo dell'ordine pubblico, di svolgere manifestazioni sociali in modo pacifico, riconoscere il lavoro svolto dalle organizzazioni della societ&agrave; civile, garantendo una protezione adeguata dei bambini e degli adolescenti. Dal MMI-LAC, si esorta che nel dialogo, come in qualsiasi azione dello Stato e della societ&agrave; stessa, il miglior interesse del bambino e la sua priorit&agrave; assoluta debba essere considerato come un elemento fondamentale.</p> <p>Data la grande preoccupazione per la situazione in Venezuela, MMI-LAC esprime la miglior disposizione per fornire supporto sia al governo che alla societ&agrave; civile organizzata, e collaborazione alla ricerca della garanzia di tutti i diritti per tutti i bambini dell'America Latina e dei Caraibi.</p> <p>Il Movimento Mondiale per i Bambini in America Latina e Caraibi (MMI-LAC) &egrave; un'alleanza strategica di organizzazioni e reti della regione che lavorano per promuovere, proteggere e difendere i diritti dei bambini e degli adolescenti nel quadro della Convenzione sui diritti del bambino, i suoi protocolli opzionali e altri strumenti internazionali per i diritti umani.</p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> FMSI nella Consulta globale di esperti “Violenza contro l’infanzia in movimento: dal continuum di violenza al continuum di protezione” http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64122 http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64122 5  luglio  2017<p>Il 27 e 28 giugno, FMSI ha partecipato alla Consulta globale di esperti <strong>&ldquo;Violenza contro l&rsquo;infanzia in movimento: dal <em>continuum</em> di violenza al <em>continuum</em> di protezione&rdquo;</strong>, organizzato dall&rsquo;Ufficio del Rappresentante speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite sulla Violenza contro i minori nell&rsquo;Universit&agrave; Iberoamericana di Citt&agrave; del Messico. In questa occasione, FMSI &egrave; stata rappresentata da <strong>Mar&iacute;a Jos&eacute; Lazcano</strong>, coordinatrice del Centro Marista di Aiuto al Migrante (Quer&eacute;taro, Messico).</p> <p>&nbsp;</p> <p>Nelle varie sessioni di lavoro si &egrave; cercato di illustrare le <strong>dinamiche di violenza</strong> che colpiscono i minori migranti e rifugiati, e le azioni positive e le buone prassi che in vari ambiti e ad opera di varie organizzazioni sono state adottate per migliorare le condizioni di vita e accesso ai diritti nelle varie tappe del processo migratorio (origine, transito, destinazione, ritorno).</p> <p>&nbsp;</p> <p>Mar&iacute;a Jos&eacute; Lazcano, durante il suo intervento, ha sottolineato <strong>le buone pratiche </strong>di alcune iniziative mariste: <strong><a href="https://www.facebook.com/Three2SixProject/">Three2six</a></strong> (Sudafrica), il progetto di <strong><a href="https://www.facebook.com/Marist-Centre-for-Migrants-Samut-Sakhon-268830973304047/">Samut Sakhon per minori migranti del Myanmar </a></strong>(Tailandia), il <strong><a href="https://www.facebook.com/FratelliLibano/">Progetto Fratelli</a></strong> per l&rsquo;inclusione dei profughi siriani in Libano, e <strong>Marist 180</strong> per i bambini migranti non accompagnati (Australia).</p> <p>Queste iniziative mirano alla <strong>protezione dei minori migranti e rifugiati</strong> e alla promozione del loro <strong>diritto all&rsquo;istruzione</strong>, aiutandoli a trovare nella scuola uno spazio sicuro, a non soffrire la discriminazione. Favoriscono la costruzione di una comunit&agrave; inclusiva attraverso gruppi di lavoro preparati ad assistere bambine e bambini migranti e rifugiati.</p> <p>&nbsp;</p> <p>Le buone pratiche di questi progetti sono state condivise con colleghi di altre organizzazioni, tra cui: <strong><a href="http://www.savethechildren.org/site/c.8rKLIXMGIpI4E/b.6115947/k.8D6E/Official_Site.htm">Save the Children</a></strong>,<strong> </strong><strong><a href="https://www.unicef.org/es/">UNICEF</a></strong>, <strong><a href="http://www.un.org/es/index.html">ONU</a></strong>, <strong><a href="http://www.acnur.org/">ACNUR</a></strong>, <strong><a href="http://www.iom.int/es">OIM</a></strong> ed enti della <strong>societ&agrave; civile</strong> che lavorano in paesi come Honduras, Guatemala, El Salvador, Repubblica Dominicana, Stati Uniti, tra gli altri.</p> <p>&nbsp;</p> <p><strong>L&rsquo;intervento di FMSI</strong> ha sottolineato l&rsquo;importanza del <strong>lavoro in coordinamento</strong> con altre organizzazioni della societ&agrave; civile, congregazioni religiose e scuole, per garantire maggiori benefici per la popolazione migrante. Ha enfatizzato la necessit&agrave; di fare <strong>incidenza politica</strong> presso i governi nazionali e locali perch&eacute; si assumano le loro responsabilit&agrave; rispetto ai diritti economici e sociali dei migranti e rifugiati, stabilendo processi adeguati per l&rsquo;integrazione dei minori e delle loro famiglie.</p> <p>&nbsp;</p> <p>Il 28 e 29 giugno, FMSI ha partecipato alla Consulta globale di esperti per il <strong>Commento generale congiunto sui diritti dei minori in movimento</strong> che stanno redigendo il <a href="http://www.ohchr.org/EN/HRBodies/CMW/Pages/CMWIndex.aspx">Comitato ONU sui diritti dei lavoratori migranti</a> e il <a href="http://www.ohchr.org/EN/HRBodies/CRC/Pages/CRCIndex.aspx">Comitato ONU sui diritti dell&rsquo;infanzia</a>.</p> <p>&nbsp;</p> <p>FMSI ritiene fondamentale <strong>essere presente</strong> in queste sedi attraverso le testimonianze e le esperienze basate sul lavoro a diretto contatto con l&rsquo;infanzia migrante a livello internazionale, per rafforzare l&rsquo;impegno e, soprattutto, promuovere l&rsquo;accesso ai diritti fondamentali a beneficio del pieno sviluppo dei bambini e ragazzi migranti e rifugiati nel mondo.</p> Revisione Periodica Universale dinanzi al Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU: il rapporto di FMSI Cono Sur per l’Argentina http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64121 http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64121 4  luglio  2017<p>Il rapporto &egrave; stato presentato da FMSI insieme a <strong>VIVAT International</strong> e <strong>Edmund Rice International</strong> per il terzo ciclo di esame dell&rsquo;Argentina, che si terr&agrave; dinanzi al Consiglio per i Diritti Umani dal 6 al 17 <strong>novembre 2017</strong> a Ginevra.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <p><a href="bajarchivo.php?r=mon&amp;a=f1c5bexamen-periodico-universal.pdf">Il rapporto</a> &egrave; stato preparato da <a href="https://www.facebook.com/fmsiconosur.marista"><strong>FMSI Cono Sur</strong></a><strong> </strong>in coalizione con le ONG summenzionate, ed &egrave; il risultato di un lavoro di ricerca sulla situazione dei diritti umani nel paese, uno studio incentrato principalmente sui <strong>diritti dei minori</strong> che vivono nella provincia di Buenos Aires.</p> <p>&nbsp;</p> <p>In Argentina vivono 40.091.359 abitanti, dei quali il 33% nella Citt&agrave; autonoma di Buenos Aires e nel &ldquo;Gran Buenos Aires&rdquo;. In Argentina, tra il <strong>25% e 32% dei bambini</strong> &egrave; <em>multidimensionalmente</em> <strong>povero</strong>, <strong>l&rsquo;8,4% &egrave; estremamente povero</strong>. L&rsquo;accesso alla tecnologia e all&rsquo;informazione, la protezione contro la violenza, l&rsquo;accesso alla salute e all&rsquo;ozio sono parametri determinanti al momento di identificare questi livelli di povert&agrave; e spiegano pi&ugrave; del 63% della povert&agrave; totale del paese.</p> <p>&nbsp;</p> <p><a href="bajarchivo.php?r=mon&amp;a=f1c5bexamen-periodico-universal.pdf">Il rapporto</a> si concentra specialmente sull&rsquo;<strong>abuso infantile e la violenza </strong>contro bambini, bambine e adolescenti in tutte le forme, e sulla mancanza di un difensore dei minori.</p> <p>In relazione al primo punto, le<strong> raccomandazioni</strong> allo stato sono le seguenti:</p> <ol> <li>Rendere effettiva la proibizione ed <strong>eliminazione di ogni tipo di violenza</strong> contro i minori;</li> <li>Sviluppare ed attuare le procedure di denuncia e trattamento dei casi di minori <strong>vittime di abuso</strong>, semplificando l&rsquo;accesso alla giustizia e ponendo l&rsquo;enfasi sulle necessit&agrave; delle vittime;</li> <li>Stanziare <strong>risorse umane e finanziarie</strong> per affrontare la problematica dei minori vittime di abuso. </li> </ol> <p>In relazione alla <strong>mancanza di un difensore dei minori</strong>, si raccomanda allo stato dell&rsquo;Argentina di:</p> <ol> <li><strong>Designare un Difensore di bambini, bambine e adolescenti</strong>, in accordo con quanto previsto dalla legge nazionale 26.061 del 2005 e dai Principi di Parigi sulle istituzioni nazionali indipendenti per i diritti umani; </li> <li>Incrementare o rafforzare le misure politiche e di coordinamento istituzionale affinch&eacute; il lavoro del Difensore si sviluppi in maniera effettiva, con <strong>presenza sul territorio e risorse finanziarie proprie</strong>. </li> </ol> <p>&nbsp;</p> <p><em>&nbsp;</em></p> <p>Scaricare il <a href="bajarchivo.php?r=mon&amp;a=f1c5bexamen-periodico-universal.pdf">Rapporto per la Revisione Periodica Universale dell&rsquo;Argentina </a>&nbsp;</p> Il Progetto Fratelli partecipa al concorso fotografico di Aleteia http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64120 http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64120 26  giugno  2017<p class="p1">Il vincitore del concorso ricever&agrave; un <strong>premio di 515 dollari</strong>. Una foto del <strong>Progetto Fratelli</strong>, il progetto educativo marista per i piccoli profughi siriani in Libano, sta partecipando al <a href="https://a.cstmapp.com/entries/19784" target="_blank">concorso fotografico </a>lanciato dal sito web di informazione cattolica <a href="https://aleteia.org/">Aleteia.org</a>. &nbsp;</p> <p class="p1">Se la foto vince, 515 dollari saranno devoluti al <a href="https://www.facebook.com/FratelliLibano/" target="_blank">Progetto Fratelli</a>, gestito congiuntamente dalla <a href="http://www.champagnat.org/index.php">Congregazione dei Fratelli Maristi</a> e dalla <a href="http://www.lasalleitalia.net/?page_id=117">Congregazione dei Fratelli De La Salle</a> a Rmeileh, una cittadina vicina a Sidone, a sud di Beirut.</p> <p class="p1">&nbsp;</p> <p class="p1">Uno dei requisiti del concorso fotografico era che la foto rappresentasse <strong>un gesto di solidariet&agrave;</strong>. La foto del fotogiornalista italiano <strong>Marco Amato</strong> ritrae <strong>Fr. Miquel Cubeles</strong> che accoglie una bambina siriana poco prima dell&rsquo;inizio delle lezioni. Marco ha scattato la foto quando ha visitato il progetto nel 2016, come volontario marista.</p> <p class="p1">&nbsp;</p> <p class="p1">&Egrave; possibile <strong>votare per la fotografia</strong> a questo link: <a href="https://a.cstmapp.com/entries/19784" target="_blank">https://a.cstmapp.com/entries/19784</a>.</p> <p class="p1">&nbsp;</p> <p>C&rsquo;&egrave; tempo fino al <strong>30 giugno</strong>.&nbsp;</p> FMSI partecipa alla “Global Conference on Children on the Move” http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64119 http://www.fmsi-onlus.org/noticias.php?n=64119 21  giugno  2017<p>FMSI ha partecipato alla &lsquo;Global Conference on Children on the Move&rsquo;, tenutasi a <strong>Berlino il 12 e 13 giugno</strong>, sulla tutela dei diritti dei minori in movimento. Tra i partecipanti c&rsquo;erano rappresentanti delle Nazioni Unite, organizzazioni della societ&agrave; civile, donatori, il settore privato, rappresentanti di governi e del mondo accademico, esperti e ricercatori, e una delegazione di giovani.</p> <p>&nbsp;</p> <p>Tra i relatori della Conferenza erano presenti <a href="http://srsg.violenceagainstchildren.org/srsg/biography">Marta Santos Pais, Rappresentante speciale del Segretario delle Nazioni Unite per la violenza contro i minori, </a>e <a href="http://www.ohchr.org/EN/Issues/Migration/SRMigrants/Pages/SRMigrantsIndex.aspx">Fran&ccedil;ois Cr&eacute;peau, UN Special Rapporteur sui diritti dei migranti. </a></p> <p>&nbsp;</p> <p>L&rsquo;evento si &egrave; svolto nel contesto della Dichiarazione di New York per i rifugiati e i migranti (2016), mentre la comunit&agrave; internazionale procede verso la negoziazione dei &ldquo;<strong>Global Compacts&rdquo;</strong> <strong>sui</strong> <strong>rifugiati</strong> e <strong>sulle migrazioni sicure, ordinate e regolari</strong>. La <a href="http://www.childrenonthemove.org/global-conference-on-children-on-the-move/">Global Conference on Children on the Move</a> aveva lo scopo di riunire vari attori per riflettere sulla situazione di minori rifugiati e migranti, fornire informazioni e spunti, e quindi assicurare che gli obblighi degli Stati derivanti dalla <a href="http://www.ohchr.org/EN/ProfessionalInterest/Pages/CRC.aspx">Convenzione sui diritti dell&rsquo;infanzia</a> siano mantenuti e rispecchiati nei testi dei patti da negoziare.</p> <p>&nbsp;</p> <p>Lo <strong>scopo di FMSI</strong> era apportare <strong>l&rsquo;esperienza dei Fratelli Maristi</strong> che lavorano nell&rsquo;educazione di bambini e giovani in 80 paesi del mondo, e in particolare con bambini migranti in 11 paesi nei 5 continenti. Altro obiettivo era contribuire all&rsquo;iniziativa affinch&eacute; nei Global Compacts venga incluso il <strong>diritto all&rsquo;educazione</strong> nei termini di: disponibilit&agrave;, accessibilit&agrave; accettabilit&agrave; e adattabilit&agrave; dell&rsquo;istruzione, lungo tutto il ciclo della migrazione e il ciclo di vita del minore, nella prospettiva di un approccio integrale alle esigenze della persona.</p> <p>&nbsp;</p> <p>Durante la Conferenza FMSI ha distribuito la sua pubblicazione &ldquo;<a href="bajarchivo.php?r=doc&amp;a=40112derechos_diag_ingles_digital.pdf">Rights without borders. Marist initiatives for the care of migrants and refugees</a>&rdquo;, lanciata proprio pochi giorni prima dell&rsquo;evento.</p> <p>&nbsp;</p> <p>La Global Conference on Children on the Move &egrave; stata organizzata da <a href="http://www.childrenonthemove.org/">Initiative for Child Rights in the Global Compacts</a>, un consorzio di <a href="http://www.childrenonthemove.org/who-we-are/">27 organizzazioni</a> presieduto congiuntamente da <a href="http://www.savethechildren.org/site/c.8rKLIXMGIpI4E/b.6115947/k.8D6E/Official_Site.htm">Save the Children</a> e <a href="http://www.terredeshommes.org/">Terre des Hommes</a>.</p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <p>Per maggiori informazioni:</p> <p><a href="http://www.childrenonthemove.org/global-conference-on-children-on-the-move/">Global Conference on Children on the Move</a></p> <p><a href="http://www.childrenonthemove.org/">Initiative for Child Rights in the Global Compacts</a></p>